McDonald’s di San Bernardino CA: Storia e Cinema

Mc Donald's di San Bernardino

STORIA E CINEMA

Se c'è un luogo che incarna l'iconografia dell'America moderna, quel luogo potrebbe essere il McDonald's. E se si parla di McDonald's, non si può ignorare la sua origine, ancorata in una piccola città della California: San Bernardino.
Ma cosa rende questo fast food così speciale? Scopriamolo insieme.

Nel lontano 1940, i fratelli Richard e Maurice McDonald hanno  aperto un ristorante a San Bernardino, CA. Inizialmente, offrivano una vasta gamma di cibi, ma nel 1948 decisero di semplificare il menù, focalizzandosi su hamburger, patatine e bibite. 

Nasceva così il concetto di “fast food”.

Ma perché San Bernardino è così rinomata nel mondo del cinema?

La risposta la troviamo nel film del 2016: “The Founder”. Questo emozionante racconto biografico narra di come Ray Kroc, un venditore di frullatori, incontrò i fratelli McDonald e trasformò il loro modesto ristorante in una catena di fast food globale. Anche se gran parte del film è ambientata a Chicago, San Bernardino è il cuore pulsante di questa epica storia.

un'esperienza unica nel fast food

Oggi, il McDonald’s di San Bernardino è un luogo sacro per i fan del brand. Ma c’è di più: all’interno del ristorante si trova un’area museo che ripercorre la storia del marchio, dalle sue umili origini fino al suo status attuale di gigante dell’industria alimentare. Qui, gli appassionati possono immergersi nella nostalgia degli anni ’50 e ’60, esplorando i primi menù, i giocattoli Happy Meal di un tempo e molto altro ancora.

Il McDonald’s di San Bernardino non è soltanto un fast food, bensì un simbolo vivente dell’America moderna e della sua cultura popolare. La sua storia è intrecciata con quella del cinema e con l’evoluzione dell’industria alimentare stessa. Perciò, se vi trovate mai a San Bernardino, non perdete l’opportunità di visitare questo luogo storico e gustare un hamburger mentre vi immergete nei ricordi del passato e nelle prospettive del futuro.

“Come fa uno di 52 anni, attempato, che vende frullatori per milkshake, a diventare il fondatore di un impero del fast food con 1600 ristoranti e un fatturato di 700 milioni di dollari? Una sola parolaperseveranza.”

Lascia un commento